Capacità di risoluzione dei conflitti

Costruire le competenze che possono trasformare i conflitti in opportunità

Il conflitto è una parte normale di qualsiasi rapporto sano. Dopotutto, non ci si può aspettare che due persone siano d'accordo su tutto, sempre. La chiave non è evitare il conflitto ma imparare come risolverlo in modo sano. Quando il conflitto è mal gestito, può causare gravi danni a una relazione, ma quando viene gestito in modo rispettoso e positivo, il conflitto offre l'opportunità di rafforzare il legame tra due persone. Qualunque sia la causa dei disaccordi e delle dispute, imparando queste abilità per la risoluzione dei conflitti, puoi mantenere forti e in crescita le tue relazioni personali e professionali.

Cosa causa conflitto?

Il conflitto nasce dalle differenze, sia grandi che piccole. Succede ogni volta che le persone non sono d'accordo sui loro valori, motivazioni, percezioni, idee o desideri. A volte queste differenze appaiono banali, ma quando un conflitto scatena sentimenti forti, un profondo bisogno personale è spesso al centro del problema. Questi bisogni insoddisfatti possono spaziare dal sentirsi sicuri e protetti, rispettati e valorizzati, o privi di maggiore vicinanza e intimità.

I conflitti derivano da esigenze diverse

Ognuno ha bisogno di sentirsi capito, nutrito e supportato, ma i modi in cui questi bisogni sono soddisfatti variano notevolmente. Differenti esigenze di sentirsi a proprio agio e sicuri creano alcune delle sfide più gravi nelle nostre relazioni personali e professionali.

Pensa al bisogno conflittuale di sicurezza e continuità rispetto all'esigenza di esplorare e rischiare. Vedi spesso questo conflitto tra i bambini e i loro genitori. Il bisogno del bambino è quello di esplorare, così la strada o la scogliera soddisfano un bisogno. Ma il bisogno dei genitori è di proteggere la sicurezza del bambino, così l'esplorazione limitante diventa un pomo di discordia tra di loro.

I bisogni di entrambe le parti giocano un ruolo importante nel successo a lungo termine della maggior parte delle relazioni, e ognuno merita rispetto e considerazione. Nelle relazioni personali, la mancanza di comprensione delle diverse esigenze può portare a distanze, discussioni e rotture. Nei conflitti sul posto di lavoro, le diverse esigenze sono spesso al centro di aspre controversie, a volte con conseguenti affari falliti, meno profitti e posti di lavoro persi. Quando riesci a riconoscere la legittimità di bisogni conflittuali e ad essere disposto a esaminarli in un ambiente di comprensione compassionevole, apre percorsi per risolvere i problemi creativi, team building e relazioni migliorate.

Conflitto 101

  • Un conflitto è più di un semplice disaccordo. È una situazione in cui una o entrambe le parti percepiscono una minaccia (indipendentemente dal fatto che la minaccia sia reale o meno).
  • I conflitti continuano a marcire se ignorati. Poiché i conflitti implicano minacce percepite al nostro benessere e alla nostra sopravvivenza, rimangono con noi finché non li affrontiamo e li risolviamo.
  • Rispondiamo ai conflitti in base alle nostre percezioni della situazione, non necessariamente a una revisione obiettiva dei fatti. Le nostre percezioni sono influenzate dalle nostre esperienze di vita, cultura, valori e credenze.
  • I conflitti innescano forti emozioni. Se non ti senti a tuo agio con le tue emozioni o sei in grado di gestirle nei momenti di stress, non sarai in grado di risolvere il conflitto con successo.
  • I conflitti sono un'opportunità di crescita. Quando riesci a risolvere un conflitto in una relazione, crea fiducia. Puoi sentirti sicuro sapendo che la tua relazione può sopravvivere a sfide e disaccordi.

Come rispondi al conflitto?

Temi il conflitto o lo eviti a tutti i costi? Se la tua percezione del conflitto proviene da ricordi dolorosi della prima infanzia o precedenti relazioni malsane, potresti aspettarti che tutti i disaccordi finiscano male. Puoi considerare il conflitto demoralizzante, umiliante o qualcosa da temere. Se le tue prime esperienze di vita ti hanno lasciato impotente o fuori controllo, il conflitto potrebbe persino essere traumatico per te.

Se hai paura del conflitto, può diventare una profezia che si autoavvera. Quando si entra in una situazione di conflitto che si sente già minacciata, è difficile affrontare il problema in modo sano. Invece, è più probabile che tu stia spegnendo o esplodendo per la rabbia.

Modi sani e malsani di gestione e risoluzione dei conflitti
Risposte malsane al conflitto:Risposte sane al conflitto:
Incapacità di riconoscere e rispondere alle cose che contano per l'altra personaLa capacità di entrare in empatia con il punto di vista dell'altro
Reazioni esplosive, arrabbiate, offensive e risentiteReazioni pacifiche, non difensive e rispettose
Il ritiro dell'amore, con conseguente rifiuto, isolamento, vergogna e paura dell'abbandonoUna disponibilità a perdonare e dimenticare ea superare il conflitto senza provare risentimento o rabbia
Incapacità di compromettere o vedere il lato dell'altroLa capacità di cercare un compromesso ed evitare di punire
Sentirsi timorosi o evitare conflitti; mi aspetto un risultato negativoUna convinzione che affrontare il conflitto sia la cosa migliore per entrambe le parti

Risoluzione dei conflitti, stress ed emozioni

Il conflitto innesca forti emozioni e può portare a ferire sentimenti, delusioni e disagi. Se gestito in modo malsano, può causare spaccature, risentimenti e rotture irreparabili. Ma quando il conflitto si risolve in modo sano, aumenta la tua comprensione dell'altra persona, crea fiducia e rafforza le tue relazioni.

Se non sei in contatto con i tuoi sentimenti o sei così stressato che puoi solo prestare attenzione a un numero limitato di emozioni, non sarai in grado di capire le tue esigenze. Ciò renderà difficile comunicare con gli altri e stabilire cosa ti turba veramente. Ad esempio, le coppie discutono spesso su piccole differenze - il modo in cui appende gli asciugamani, il modo in cui beve la sua zuppa - piuttosto che ciò che è veramente disturbandoli.

La capacità di risolvere i conflitti con successo dipende dalla tua capacità di:

  • Gestisci lo stress rapidamente rimanendo vigile e calmo. Mantenendo la calma, puoi leggere e interpretare con precisione le comunicazioni verbali e non verbali.
  • Controlla le tue emozioni e il tuo comportamento. Quando hai il controllo delle tue emozioni, puoi comunicare i tuoi bisogni senza minacciare, intimidire o punire gli altri.
  • Presta attenzione al sentimenti essere espresso così come le parole pronunciate degli altri.
  • Sii consapevole e rispetta le differenze. Evitando parole e azioni irrispettose, puoi quasi sempre risolvere un problema più velocemente.

Per risolvere con successo un conflitto, devi imparare e mettere in pratica due abilità fondamentali:

  1. Sollievo rapido dallo stress: la capacità di alleviare rapidamente lo stress nel momento.
  2. Consapevolezza emotiva: la capacità di rimanere abbastanza a proprio agio con le tue emozioni per reagire in modo costruttivo, anche nel mezzo di un attacco percepito.

Sollievo rapido dallo stress

Essere in grado di gestire e alleviare lo stress nel momento è la chiave per rimanere equilibrati, concentrati e in controllo, indipendentemente dalle sfide che si affrontano. Se non sai come rimanere centrato e in controllo di te stesso, sarai sopraffatto in situazioni di conflitto e incapace di rispondere in modo sano.

La psicologa Connie Lillas usa un'analogia di guida per descrivere i tre modi più comuni in cui le persone rispondono quando sono sopraffatti dallo stress:

Piede sul gas. Una risposta allo stress arrabbiata o agitata. Sei riscaldato, chiuso, eccessivamente emotivo e incapace di stare fermo.

Piede sul freno Una risposta allo stress ritirata o depressa. Chiudi, spegni e mostra pochissima energia o emozione.

Piede sia a gas che a freno. Una risposta allo stress tesa e congelata. Si "congela" sotto pressione e non si può fare nulla. Sembri paralizzato, ma sotto la superficie sei estremamente agitato.

Lo stress interferisce con la capacità di risolvere i conflitti limitando la capacità di:

  • Leggere con precisione la comunicazione non verbale di un'altra persona
  • Ascolta quello che qualcuno sta realmente dicendo
  • Sii consapevole dei tuoi sentimenti
  • Sii in contatto con i tuoi bisogni radicati
  • Comunicare chiaramente le vostre esigenze

Lo stress è un problema per te?

Potresti essere così abituato a scrutare stressato che non ti sei neppure reso conto siamo stressato. Lo stress può rappresentare un problema nella tua vita se ti identifichi con il seguente:

  • Ti senti spesso teso o teso da qualche parte nel tuo corpo
  • Non sei consapevole del movimento nel petto o nello stomaco quando respiri
  • Il conflitto assorbe tempo e attenzione

Consapevolezza emotiva

La consapevolezza emotiva è la chiave per comprendere se stessi e gli altri. Se non sai come o perché ti senti in un certo modo, non sarai in grado di comunicare efficacemente o risolvere disaccordi.

Sebbene conoscere i propri sentimenti possa sembrare semplice, molte persone ignorano o tentano di sedare emozioni forti come rabbia, tristezza e paura. La tua capacità di gestire i conflitti, tuttavia, dipende dall'essere connessi a questi sentimenti. Se hai paura delle emozioni forti o se insisti a trovare soluzioni rigorosamente razionali, la tua capacità di affrontare e risolvere le differenze sarà limitata.

Perché la consapevolezza emotiva è un fattore chiave nella risoluzione dei conflitti

Consapevolezza emotiva: la coscienza del tuo momento per momento l'esperienza emotiva e la capacità di gestire appropriatamente tutti i tuoi sentimenti sono alla base di un processo di comunicazione che può risolvere i conflitti.

La consapevolezza emotiva ti aiuta a:

  • Capire cosa è davvero preoccupante per gli altri
  • Comprendi te stesso, compreso ciò che ti turba veramente
  • Rimani motivato fino alla risoluzione del conflitto
  • Comunicare in modo chiaro ed efficace
  • Interesse e influenza gli altri

Valutare il tuo livello di consapevolezza emotiva

Il seguente quiz ti aiuta a valutare il tuo livello di consapevolezza emotiva. Rispondi alle seguenti domande con:
quasi mai, occasionalmente, spesso, molto frequentemente, o quasi sempre. Non ci sono risposte giuste o sbagliate, solo l'opportunità di conoscere meglio le tue risposte emotive.

Che tipo di relazione hai con le tue emozioni?

  • Provi sentimenti che fluiscono, incontrare un'emozione dopo l'altra mentre le tue esperienze cambiano di momento in momento?
  • Le tue emozioni sono accompagnate da sensazioni fisiche che provi in posti come lo stomaco o il petto?
  • Provi sensazioni ed emozioni distinte, come la rabbia, la tristezza, la paura e la gioia, che sono evidenti in diverse espressioni facciali?
  • Puoi provare sentimenti intensi che sono abbastanza forti da catturare sia la tua attenzione che quella degli altri?
  • Fai attenzione alle tue emozioni? Fanno parte del tuo processo decisionale?

Se una qualsiasi di queste esperienze non è familiare, le tue emozioni potrebbero essere "abbassate" o addirittura disattivate. In entrambi i casi, potresti aver bisogno di aiuto per sviluppare la tua consapevolezza emotiva. Puoi farlo usando

Toolkit di intelligenza emotiva gratuita di Helpguide.

Comunicazione non verbale e risoluzione dei conflitti

Quando le persone sono nel mezzo di un conflitto, le parole che usano raramente trasmettono i problemi al centro del problema. Ma prestando molta attenzione ai segnali non verbali o al "linguaggio del corpo" dell'altra persona, come le espressioni facciali, la postura, i gesti e il tono della voce, puoi capire meglio ciò che la persona sta realmente dicendo. Ciò ti consentirà di rispondere in un modo che genera fiducia e arriva alla radice del problema.

La tua capacità di leggere accuratamente un'altra persona dipende dalla tua consapevolezza emotiva. Più sei consapevole delle tue emozioni, più sarà facile per te raccogliere gli indizi senza parole che rivelano ciò che gli altri sentono. Pensa a cosa trasmetti agli altri durante il conflitto e se ciò che dici corrisponde al tuo linguaggio del corpo. Se dici "Sto bene", ma stringi i denti e distogli lo sguardo, il tuo corpo sta chiaramente segnalando che non sei altro che "bene". Un tono di voce calmo, un tocco rassicurante o un'espressione facciale interessata possono andare una lunga strada verso il rilassamento di uno scambio teso.

Suggerimenti per la gestione e la risoluzione dei conflitti

È possibile garantire che il processo di gestione e risoluzione dei conflitti sia il più positivo possibile attenendosi alle seguenti linee guida:

Ascolta ciò che è sentito e detto. Quando ascolti veramente, ti connetti più profondamente ai tuoi bisogni ed emozioni, ea quelli di altre persone. L'ascolto rafforza, informa e rende più facile per gli altri sentirti quando tocca a te parlare.

Rendere la risoluzione dei conflitti la priorità piuttosto che vincere o "avere ragione". Mantenere e rafforzare la relazione, piuttosto che "vincere" la discussione, dovrebbe sempre essere la tua prima priorità. Sii rispettoso dell'altra persona e del loro punto di vista.

Concentrati sul presente. Se mantieni i rancori basati sui conflitti passati, la tua capacità di vedere la realtà della situazione attuale sarà compromessa. Piuttosto che guardare al passato e assegnare la colpa, concentrati su ciò che puoi fare nel qui-e-ora per risolvere il problema.

Scegli le tue battaglie. I conflitti possono essere drenanti, quindi è importante considerare se il problema vale davvero il tuo tempo e la tua energia. Forse non vuoi arrendere un parcheggio se giri per 15 minuti, ma se ci sono dozzine di posti vuoti, discutere su un singolo spazio non vale la pena.

Sii disposto a perdonare. Risolvere il conflitto è impossibile se non si è disposti o non si è in grado di perdonare gli altri. La risoluzione sta nel rilasciare l'impulso di punire, che può servire solo a svuotare e drenare la tua vita.

Sapere quando lasciare andare qualcosa. Se non riesci a raggiungere un accordo, accetta di non essere d'accordo. Ci vogliono due persone per continuare a discutere. Se un conflitto non sta andando da nessuna parte, puoi scegliere di disimpegnarti e andare avanti.

Usando l'umorismo nella risoluzione dei conflitti

Puoi evitare molti scontri e risolvere argomenti e disaccordi comunicando in modo umoristico. L'umorismo può aiutarti a dire cose che altrimenti potrebbero essere difficili da esprimere senza offendere qualcuno. Tuttavia, è importante ridere con l'altra persona, non con loro. Quando l'umorismo e il gioco sono usati per ridurre la tensione e la rabbia, per riformulare i problemi e mettere la situazione in prospettiva, il conflitto può effettivamente diventare un'opportunità per una maggiore connessione e intimità.

Lettura consigliata

Kit CR - Copre le cause di conflitto, i diversi stili di conflitto e le linee guida di combattimento leale per aiutarti a risolvere positivamente i disaccordi. (Rete risoluzione conflitti)

12 Riepilogo delle competenze: un kit di addestramento per la risoluzione dei conflitti in 12 fasi. (Rete risoluzione conflitti)

Comunicazione efficace - L'arte dell'ascolto nella risoluzione del conflitto. (Università del Maryland)

Autori: Jeanne Segal, Ph.D. e Melinda Smith, M.A. Ultimo aggiornamento: ottobre 2018.

Loading...

Categorie Popolari