Comunicazione non verbale

Leggere il linguaggio del corpo e migliorare le tue abilità non verbali

Mentre la chiave del successo nelle relazioni sia personali che professionali risiede nella tua capacità di comunicare bene, non sono le parole che usi ma i tuoi segnali non verbali o "linguaggio del corpo" che parlano più forte. Le espressioni facciali, i gesti, la postura, il tono della voce e il livello del contatto visivo sono strumenti di comunicazione potenti. Possono mettere le persone a loro agio, creare fiducia e attirare gli altri verso di te, oppure possono offendere, confondere e indebolire ciò che stai cercando di trasmettere. Migliorando il modo in cui comprendi e usi la comunicazione non verbale, puoi esprimere ciò che intendi veramente, connetterti meglio con gli altri e costruire relazioni più forti e gratificanti.

Qual è il linguaggio del corpo?

Il linguaggio del corpo è l'uso del comportamento fisico, espressioni e manierismi per comunicare non verbalmente, spesso fatto istintivamente piuttosto che consapevolmente. Che tu ne sia consapevole o no, quando interagisci con gli altri, stai continuamente dando e ricevendo segnali senza parole. Tutti i tuoi comportamenti non verbali - i gesti che fai, il modo in cui ti siedi, quanto velocemente o quanto rumoroso parli, quanto stai vicino, quanto contatto visivo fai - invia messaggi forti. Questi messaggi non si fermano quando smetti di parlare. Anche quando taci, stai ancora comunicando non verbalmente.

In alcuni casi, ciò che esce dalla tua bocca e ciò che comunichi attraverso il tuo linguaggio del corpo possono essere due cose completamente diverse. Se dici una cosa, ma il tuo linguaggio del corpo dice qualcos'altro, il tuo ascoltatore probabilmente sentirà che sei disonesto. Se dici "sì" mentre scuoti la testa, per esempio. Di fronte a segnali così misti, l'ascoltatore deve scegliere se credere al proprio messaggio verbale o non verbale. Dal momento che il linguaggio del corpo è un linguaggio naturale e inconsapevole che trasmette i tuoi veri sentimenti e intenzioni, probabilmente sceglieranno il messaggio non verbale.

Perché la comunicazione non verbale è importante?

I segnali di comunicazione non verbale - il modo in cui ascolti, guardi, ti muovi e reagisci - dì alla persona con cui stai comunicando se ti interessa o meno, se sei sincero e quanto stai ascoltando. Quando i tuoi segnali non verbali corrispondono alle parole che stai dicendo, aumentano la fiducia, la chiarezza e il rapporto. Quando non lo fanno, possono generare tensione, sfiducia e confusione.

Se vuoi diventare un comunicatore migliore, è importante diventare più sensibili non solo al linguaggio del corpo e ai segnali non verbali degli altri, ma anche ai tuoi.

La comunicazione non verbale può svolgere cinque ruoli:

  • Ripetizione: Ripete e spesso rafforza il messaggio che stai facendo verbalmente.
  • Contraddizione: Può contraddire il messaggio che stai cercando di trasmettere, indicando così al tuo ascoltatore che potresti non dire la verità.
  • Sostituzione: Può sostituire un messaggio verbale. Ad esempio, la tua espressione facciale trasmette spesso un messaggio molto più vivido di quanto possano mai fare le parole.
  • A complemento: Può aggiungere o integrare il tuo messaggio verbale. Come capo, se accarezzi un dipendente sul retro oltre a dare lode, può aumentare l'impatto del tuo messaggio.
  • accentuando: Può accentuare o sottolineare un messaggio verbale. Martellare il tavolo, ad esempio, può sottolineare l'importanza del tuo messaggio.

Fonte:L'importanza di una comunicazione efficace, Edward G. Wertheim, Ph.D.

Tipi di comunicazione non verbale

I molti diversi tipi di comunicazione non verbale o linguaggio del corpo includono:

Espressioni facciali. Il volto umano è estremamente espressivo, capace di trasmettere innumerevoli emozioni senza dire una parola. E a differenza di alcune forme di comunicazione non verbale, le espressioni facciali sono universali. Le espressioni facciali di felicità, tristezza, rabbia, sorpresa, paura e disgusto sono le stesse in tutte le culture.

Movimento del corpo e postura. Considera come le tue percezioni delle persone sono influenzate dal modo in cui si siedono, camminano, stanno in piedi o si tengono la testa. Il modo in cui ti muovi e ti muovi comunica una grande quantità di informazioni al mondo. Questo tipo di comunicazione non verbale include la tua postura, portamento, posizione e i movimenti sottili che fai.

Gesti. I gesti sono intessuti nel tessuto delle nostre vite quotidiane. Puoi agitare, indicare, chiamare o usare le mani quando litighi o parlano animatamente, spesso esprimendo te stesso con gesti senza pensare. Tuttavia, il significato di alcuni gesti può essere molto diverso tra le culture. Mentre il segno OK fatto con la mano, ad esempio, trasmette un messaggio positivo nei paesi di lingua inglese, è considerato offensivo in paesi come Germania, Russia e Brasile. Pertanto, è importante prestare attenzione a come si utilizzano i gesti per evitare interpretazioni errate.

Contatto visivo. Poiché il senso visivo è dominante per la maggior parte delle persone, il contatto visivo è un tipo particolarmente importante di comunicazione non verbale. Il modo in cui guardi qualcuno può comunicare molte cose, inclusi interesse, affetto, ostilità o attrazione. Il contatto visivo è anche importante per mantenere il flusso della conversazione e per misurare l'interesse e la risposta dell'altro.

Toccare. Comunichiamo molto con il contatto. Pensa ai messaggi molto diversi dati da una stretta di mano debole, un caldo abbraccio da orso, una pacca condiscendente sulla testa o una presa di controllo sul braccio, per esempio.

Spazio. Ti sei mai sentito a disagio durante una conversazione perché l'altra persona era troppo vicina e invadeva il tuo spazio? Abbiamo tutti bisogno di spazio fisico, anche se questa necessità varia a seconda della cultura, della situazione e della vicinanza della relazione. Puoi usare lo spazio fisico per comunicare molti messaggi non verbali diversi, tra cui segnali di intimità e affetto, aggressività o dominio.

Voce. Non è solo quello che dici, è Come tu lo dici Quando parli, altre persone "leggono" la tua voce oltre ad ascoltare le tue parole. Le cose a cui prestano attenzione includono il tuo tempismo e il ritmo, quanto tu parli forte, il tuo tono e inflessione, e suoni che trasmettono comprensione, come "ahh" e "uh-huh". Pensa a come il tuo tono di voce può indicare sarcasmo, rabbia, affetto o fiducia.

La comunicazione non verbale può essere falsificata?

Ci sono molti libri e siti web che offrono consigli su come usare il linguaggio del corpo a tuo vantaggio. Ad esempio, possono istruirti su come sederti in un certo modo, formare le dita con le dita, o stringere la mano per apparire fiduciosi o affermare una posizione dominante. Ma la verità è che questi trucchetti non funzioneranno (a meno che tu non ti senta veramente sicuro e responsabile). Questo perché non puoi controllare tutti i segnali che invii costantemente su ciò che stai realmente pensando e sentendo. E più ci provi, più i tuoi segnali non sono naturali.

Tuttavia, ciò non significa che non hai alcun controllo sui tuoi segnali non verbali. Ad esempio, se non sei d'accordo o non ti piace quello che qualcuno sta dicendo, puoi usare un linguaggio del corpo negativo per respingere il messaggio della persona, come incrociare le braccia, evitare il contatto visivo o battere i piedi. Non devi essere d'accordo, o piace quello che viene detto, ma per comunicare efficacemente e non mettere l'altra persona sulla difensiva, puoi fare uno sforzo cosciente per evitare di inviare segnali negativi, mantenendo una posizione aperta e tentando veramente di capire cosa stanno dicendo, e perché.

Come la comunicazione non verbale può andare storta

Ciò che comunichi attraverso il tuo linguaggio del corpo e i segnali non verbali influenza il modo in cui gli altri ti vedono, quanto ti piace e ti rispettano, e se si fidano o meno di te. Sfortunatamente, molte persone inviano segnali non verbali confusi o negativi senza nemmeno saperlo. Quando ciò accade, sia la connessione che la fiducia nelle relazioni sono danneggiate, come evidenziato dai seguenti esempi:

Jack

crede di andare d'accordo con i suoi colleghi al lavoro, ma se dovessi chiedere a qualcuno di loro, direbbero che Jack è "intimidatorio" e "molto intenso". Piuttosto che guardarti, sembra divorarti con i suoi occhi. E se ti prende la mano, lui si lancia per prenderlo e poi stringe così forte che fa male. Jack è un ragazzo premuroso che desidera segretamente di avere più amici, ma il suo imbarazzo non verbale tiene le persone a distanza e limita la sua capacità di avanzare sul lavoro.

Arlene

è attraente e non ha problemi ad incontrare uomini idonei, ma ha difficoltà a mantenere una relazione per più di qualche mese. Arlene è divertente e interessante, ma anche se ride e sorride costantemente, irradia tensione. Le sue spalle e le sue sopracciglia sono notevolmente sollevate, la sua voce è acuta e il suo corpo è rigido. Stare in giro per Arlene fa sentire molte persone ansiose e a disagio. Arlene ha molto da fare per lei che è sottotono dal disagio che evoca negli altri.

Ted

pensò di aver trovato la coppia perfetta quando incontrò Sharon, ma Sharon non ne era così sicuro. Ted è di bell'aspetto, laborioso e un parlatore disinvolto, ma sembrava preoccuparsi più dei suoi pensieri che di quelli di Sharon. Quando Sharon aveva qualcosa da dire, Ted era sempre pronto con gli occhi selvaggi e una confutazione prima che potesse finire il suo pensiero. Questo fece sentire Sharon ignorata e presto iniziò a frequentare altri uomini. Ted perde il lavoro per lo stesso motivo. La sua incapacità di ascoltare gli altri lo rende impopolare con molte delle persone che ammira di più.

Queste persone intelligenti e ben intenzionate lottano nel loro tentativo di connettersi con gli altri. La cosa triste è che non sono consapevoli dei messaggi non verbali che comunicano.

Se vuoi comunicare in modo efficace, evitare equivoci e godere di solide relazioni di fiducia sia socialmente che professionalmente, è importante capire come utilizzare e interpretare il linguaggio del corpo e migliorare le tue capacità di comunicazione non verbale.

Come migliorare la comunicazione non verbale

La comunicazione non verbale è un processo a scorrimento rapido che richiede la massima concentrazione sull'esperienza momento per momento. Se stai pianificando quello che dirai dopo, controllando il tuo telefono o pensando a qualcos'altro, quasi certamente ti perderai i segnali non verbali e non comprenderete appieno le sottigliezze di ciò che viene comunicato. Oltre ad essere pienamente presente, puoi migliorare il modo in cui comunichi non verbalmente imparando a gestire lo stress e sviluppando la tua consapevolezza emotiva.

Impara a gestire lo stress nel momento

Lo stress compromette la tua capacità di comunicare. Quando sei stressato, è più probabile che tu fraintenda altre persone, invii segnali non verbali confusi o offuscanti, e passi a modelli di comportamento malsano e istintivo. E ricorda: le emozioni sono contagiose. Se sei turbato, è molto probabile che faccia arrabbiare gli altri, peggiorando così la situazione.

Se ti senti sopraffatto dallo stress, prenditi una pausa. Prenditi un momento per calmarti prima di saltare di nuovo nella conversazione. Una volta riacquistato il tuo equilibrio emotivo, ti sentirai meglio equipaggiato per affrontare la situazione in modo positivo.

Il modo più veloce e sicuro per calmarvi e gestire lo stress al momento è quello di impiegare i vostri sensi - ciò che vedete, udite, odori, gusto e tatto - o attraverso un movimento rilassante. Osservando una foto di tuo figlio o animale domestico, annusando un profumo preferito, ascoltando un certo brano musicale o stringendo una palla antistress, ad esempio, puoi rapidamente rilassarti e rifocalizzarti. Poiché ognuno risponde in modo diverso, potrebbe essere necessario sperimentare per trovare l'esperienza sensoriale che funziona meglio per te.

Sviluppa la tua consapevolezza emotiva

Per inviare precisi segnali non verbali, devi essere consapevole delle tue emozioni e di come ti influenzano. Devi anche essere in grado di riconoscere le emozioni degli altri e i veri sentimenti dietro i segnali che stanno inviando. È qui che entra in gioco la consapevolezza emotiva.

Essere emotivamente consapevoli ti consente di:

    • Leggi con precisione altre persone, incluse le emozioni che provano e i messaggi inespressi che stanno inviando.
    • Crea fiducia nelle relazioni inviando segnali non verbali che corrispondono alle tue parole.
    • Rispondere in modi che mostrino agli altri che tu capisca e ti interessi.

Molti di noi sono disconnessi dalle nostre emozioni, specialmente da forti emozioni come rabbia, tristezza, paura, perché ci è stato insegnato a provare a chiudere i nostri sentimenti. Ma mentre puoi negare o intorpidire i tuoi sentimenti, non puoi eliminarli. Sono ancora lì e stanno ancora influenzando il tuo comportamento. Sviluppando la tua consapevolezza emotiva e connettendoti anche alle emozioni spiacevoli, otterrai un maggiore controllo su come pensi e agisci. Per iniziare a sviluppare la tua consapevolezza emotiva, pratica la meditazione di consapevolezza nel kit gratuito di Intelligenza Emozionale di HelpGuide.

Come leggere il linguaggio del corpo

Una volta che hai sviluppato le tue capacità per gestire lo stress e riconoscere le emozioni, inizierai a migliorare la lettura dei segnali non verbali inviati da altri. È anche importante:

Presta attenzione alle incongruenze. La comunicazione non verbale dovrebbe rafforzare ciò che viene detto. La persona dice una cosa, ma il loro linguaggio del corpo trasmette qualcos'altro? Ad esempio, ti stanno dicendo "sì" mentre scuotono la testa no?

Guarda i segnali di comunicazione non verbale come un gruppo. Non leggere troppo in un singolo gesto o spunto non verbale. Considera tutti i segnali non verbali che ricevi, dal contatto visivo al tono della voce e al linguaggio del corpo. Presi insieme, i loro segnali non verbali sono coerenti, o incoerenti, con ciò che dicono le loro parole?

Fidati del tuo istinto. Non respingere i tuoi sentimenti istintivi. Se si ha la sensazione che qualcuno non sia onesto o che qualcosa non stia sommando, si può essere colti da una mancata corrispondenza tra i segnali verbali e non verbali.

Valutare i segnali non verbali

Contatto visivo - La persona sta prendendo contatto con gli occhi? Se è così, è eccessivamente intenso o giusto?

Espressione facciale - Che cosa mostra il loro viso? È simile alla maschera e inespressivo, o emotivamente presente e pieno di interesse?

Tono di voce - La voce della persona proietta calore, sicurezza e interesse, oppure è tesa e bloccata?

Postura e gesto - Il loro corpo è rilassato o rigido e immobile? Le loro spalle sono tese e sollevate, o rilassate?

Toccare - C'è qualche contatto fisico? È appropriato alla situazione? Ti fa sentire a disagio?

Intensità - La persona sembra piatta, fredda e disinteressata, oppure esagerata e melodrammatica?

Tempi e luogo - C'è un facile flusso di informazioni avanti e indietro? Le risposte non verbali arrivano troppo velocemente o troppo lentamente?

Suoni - Senti suoni che indicano interesse, cura o preoccupazione da parte della persona?

Lettura consigliata

Informazioni sulle comunicazioni non verbali - Diverse categorie di comunicazione non verbale, insieme a un elenco dettagliato di segnali. (Adam Blatner, M.D.)

Body Language: Comprensione della comunicazione non verbale - In particolare come si applica al posto di lavoro. (MindTools)

Prendi il controllo della tua comunicazione non verbale (video) - Come notare e utilizzare il linguaggio del corpo. (Harvard Business Review)

L'importanza della comunicazione non verbale (PDF) - Pezzo di Edward G. Wertheim, Ph.D. sul processo di comunicazione. (Northeastern University)

Autori: Jeanne Segal, Ph.D., Melinda Smith, M.A., Lawrence Robinson e Greg Boose. Ultimo aggiornamento: ottobre 2018.

Guarda il video: Comunicazione Non Verbale - lezione gratuita (Febbraio 2020).

Loading...

Categorie Popolari