Trovare un terapeuta che può aiutarti a guarire

Ottenere il massimo dalla terapia e dal counseling

La terapia può essere un trattamento efficace per problemi mentali ed emotivi. Ma per trarne i benefici, è importante scegliere il terapeuta giusto, qualcuno di cui ti fidi e che ti fa sentire bene e ha l'esperienza per aiutarti a fare cambiamenti in meglio nella tua vita. Un buon terapista ti aiuta a diventare più forte e più consapevole di te stesso. Ma il tuo terapeuta non può fare il lavoro per te. Per sfruttare al meglio le tue sessioni, devi essere un partecipante attivo.

In che modo la terapia e la consulenza possono aiutare

Parlare dei tuoi pensieri e sentimenti con una persona di supporto può farti sentire meglio. Può essere molto salutare, di per sé, dare voce alle tue preoccupazioni o parlare di qualcosa che ti sta pesando. E mi fa piacere essere ascoltato, sapere che qualcun altro si prende cura di te e vuole aiutare.

Può essere molto utile parlare dei tuoi problemi per chiudere amici e familiari. Ma a volte, abbiamo bisogno di aiuto che le persone intorno a noi non sono in grado di fornire. Quando hai bisogno di supporto extra, una prospettiva esterna o una guida esperta, puoi parlare con un terapeuta o un consulente. Mentre il supporto di amici e familiari è importante, la terapia è diversa. I terapeuti sono ascoltatori professionisti che possono aiutarti a raggiungere la radice dei tuoi problemi, superare le sfide emotive e apportare cambiamenti positivi nella tua vita.

Non è necessario diagnosticare un problema di salute mentale per beneficiare della terapia. Molte persone in terapia cercano aiuto per le preoccupazioni di tutti i giorni: problemi relazionali, stress lavorativo o insicurezza, per esempio. Altri si rivolgono alla terapia nei momenti difficili, come il divorzio.

Perché la terapia e non i farmaci?

Il pensiero di essere in grado di risolvere i tuoi problemi prendendo una pillola ogni giorno può sembrare allettante. Se solo fosse stato così facile! I problemi mentali ed emotivi hanno molteplici cause e il trattamento farmacologico non è una cura a un solo punto.

I farmaci possono aiutare ad alleviare alcuni sintomi, ma hanno effetti collaterali. Inoltre, non può risolvere i problemi del "quadro generale". I farmaci non risolveranno i tuoi rapporti, ti aiuteranno a capire cosa fare della tua vita, o ti spiegheranno perché continui a fare scelte non salutari.

La terapia può essere dispendiosa in termini di tempo e di sfide, poiché spesso le emozioni e i pensieri scomodi si presentano come parte del processo di trattamento. Tuttavia, la terapia fornisce benefici duraturi oltre al sollievo dai sintomi. La terapia ti fornisce gli strumenti per trasformare la tua vita - per rapportarti meglio agli altri, costruire la vita che desideri per te stesso e affrontare le palle di curva che ti vengono lanciate.

Miti sulla terapia
MITO: non ho bisogno di un terapeuta. Sono abbastanza intelligente per risolvere i miei problemi.

FATTO: Abbiamo tutti i nostri punti ciechi. L'intelligenza non ha niente a che fare con ciò. Un buon terapeuta non ti dice cosa fare o come vivere la tua vita. Lui o lei ti darà una prospettiva esterna esperta e ti aiuterà a capire meglio te stesso in modo da poter fare scelte migliori.

MITO: la terapia è per i matti.

FATTO: La terapia è per le persone che hanno abbastanza consapevolezza di sé per rendersi conto di aver bisogno di una mano, e vogliono imparare strumenti e tecniche per diventare più sicuri di sé ed emotivamente equilibrati.

MITO: tutti i terapeuti vogliono parlare dei miei genitori.

FATTO: Mentre esplorare le relazioni familiari a volte può chiarire pensieri e comportamenti più tardi nella vita, questo non è l'unico obiettivo della terapia. L'obiettivo principale è quello che è necessario modificare: modelli e sintomi malsani nella vita. La terapia non si tratta di incolpare i tuoi genitori o di soffermarsi sul passato.

MITO: la terapia è auto-indulgente. È per piagnoni e lamentatori.

FATTO: La terapia è un duro lavoro. La lagnanza non ti porterà molto lontano. Il miglioramento della terapia deriva dall'osservazione dura di se stessi e della propria vita e dall'assumersi la responsabilità delle proprie azioni. Il tuo terapista ti aiuterà, ma alla fine sei tu quello che deve fare il lavoro.

Trovare il terapeuta giusto per te

Trovare il terapeuta giusto richiederà un po 'di tempo e lavoro, ma ne vale la pena. La connessione che hai con il tuo terapeuta è essenziale. Hai bisogno di qualcuno di cui ti puoi fidare - qualcuno con cui ti trovi a tuo agio a parlare di argomenti difficili e segreti intimi, qualcuno che sarà un partner nella tua guarigione. La terapia non sarà efficace a meno che tu non abbia questo legame, quindi prenditi un po 'di tempo all'inizio per trovare la persona giusta. Va bene guardarsi attorno e fare domande quando si intervistano potenziali terapeuti.

L'esperienza conta. Uno dei motivi principali per vedere un terapeuta, piuttosto che parlare semplicemente con un amico, è l'esperienza. Cerca un terapeuta esperto nel trattamento dei problemi che hai. Spesso i terapeuti hanno aree speciali di attenzione, come depressione o disturbi alimentari. I terapeuti esperti hanno visto i problemi che stai affrontando ancora e ancora, che ampliano la loro visione e danno loro più informazioni. E per alcuni problemi, come il trauma o il DPTS, vedere uno specialista è assolutamente essenziale.

Scopri i diversi orientamenti terapeutici. Molti terapeuti praticano una miscela di orientamenti. Tuttavia, è una buona idea conoscere i diversi tipi di trattamento, perché ciò può influenzare il modo di relazionarsi del terapeuta e la lunghezza del trattamento suggerita.

Controlla le licenze. Le credenziali non sono tutto, ma se stai pagando per un professionista con licenza, assicurati che il terapista abbia una licenza corrente e sia in regola con il consiglio di regolamentazione dello stato. I consigli regolatori variano a seconda dello stato e della professione. Controlla anche i reclami contro il terapeuta.

Fidati dell'istinto. Anche se il tuo terapista ha un bell'aspetto sulla carta, se la connessione non sembra giusta, se non ti fidi della persona o se ti senti veramente a cuore con un'altra scelta. Un buon terapeuta rispetterà questa scelta e non dovrebbe mai farti pressione o farti sentire in colpa.

Domande da porsi quando si sceglie un terapeuta

Ciò che è più importante in un terapeuta o consulente è un senso di connessione, sicurezza e supporto. Porsi le seguenti domande:

  • Sembra che il terapeuta si preoccupi veramente di te e dei tuoi problemi?
  • Ti senti come se il terapeuta ti capisse?
  • Il terapeuta ti accetta per quello che sei?
  • Ti sentiresti a tuo agio nel rivelare informazioni personali a questo individuo?
  • Ti senti come se tu potessi essere onesto e aperto con questo terapeuta? Che non devi nasconderti o fingere di essere qualcuno che non sei?
  • Il terapeuta è un buon ascoltatore? Lui o lei ascolta senza interrompere, criticare o giudicare? Raccogli i tuoi sentimenti e cosa stai dicendo veramente? Ti fa sentire sentito?

Tipi di terapia e terapisti

Esistono così tanti tipi di terapie e terapisti; potrebbe sembrare un po 'travolgente per iniziare. Ricorda solo che nessun tipo di terapia è la migliore; tutto dipende dalle preferenze e dalle esigenze individuali.

È vero che certe tecniche sono più utili di altre nel trattare con specifici tipi di problemi (fobie, per esempio). Ma in generale, la ricerca sul tipo di terapia "migliore" raggiunge sempre la stessa conclusione:
la filosofia alla base della terapia è molto meno importante della relazione tra te e il tuo terapeuta.

Se ti senti a tuo agio e ti fidi di questa relazione, il modello di terapia, come la tua auto, è solo il veicolo che ti aiuterà ad avanzare verso una vita più appagante. Ciò avverrà indipendentemente dalle circostanze che ti hanno portato alla terapia.

Tipi comuni di terapia

La maggior parte dei terapeuti non si limita a un tipo specifico di terapia; piuttosto, si fondono stili diversi per adattarsi al meglio alla situazione attuale. Questo approccio offre al terapeuta molti strumenti potenti. Tuttavia, hanno spesso un orientamento generale che li guida.

Terapia individuale La terapia individuale esplora pensieri e sentimenti negativi, così come i comportamenti dannosi o autodistruttivi che potrebbero accompagnarli. La terapia individuale può approfondire le cause alla base dei problemi attuali (come i modelli di relazione malsana o un'esperienza traumatica del passato), ma l'obiettivo principale è fare cambiamenti positivi nel presente.

Terapia familiare La terapia familiare prevede il trattamento di più di un membro della famiglia allo stesso tempo per aiutare la famiglia a risolvere i conflitti e migliorare l'interazione. Spesso si basa sulla premessa che le famiglie sono un sistema. Se un ruolo nella famiglia cambia, tutti sono interessati e hanno bisogno di cambiare i loro comportamenti.

Terapia di gruppo. La terapia di gruppo è facilitata da un terapeuta professionista e coinvolge un gruppo di colleghi che lavorano sullo stesso problema, come ad esempio l'ansia, la depressione o l'abuso di sostanze. La terapia di gruppo può essere un posto prezioso per praticare le dinamiche sociali in un ambiente sicuro e trovare ispirazione e idee da colleghi che stanno lottando con gli stessi problemi.

Terapia di coppia (consulenza matrimoniale). La terapia delle coppie coinvolge le due persone in una relazione impegnata. Le persone vanno alla terapia di coppia per imparare come lavorare attraverso le loro differenze, comunicare meglio e risolvere i problemi nella relazione.

Tipi di terapeuti e consulenti

I seguenti tipi di professionisti della salute mentale hanno una formazione avanzata in terapia e sono certificati dalle rispettive commissioni. Molte organizzazioni professionali forniscono ricerche online per professionisti qualificati. Potresti anche voler ricontrollare con la tua autorità di regolamentazione statale per assicurarti che la licenza del terapeuta sia aggiornata e che non ci siano violazioni etiche elencate.

Tuttavia, tieni presente che i consiglieri laici - membri del clero, allenatori della vita, ecc. - possono anche essere in grado di fornirti un orecchio di sostegno e ascolto. Non sono sempre le credenziali a determinare la qualità della terapia.

Tipi comuni di professionisti della salute mentale:

Psicologo - Gli psicologi hanno un dottorato in psicologia (Ph.D. o Psy.D.) e sono autorizzati in psicologia clinica.

Assistente sociale - I lavoratori sociali assistiti da licenza (LCSW) hanno un master in lavoro sociale (MSW) insieme ad una formazione clinica aggiuntiva.

Terapista di famiglia e di matrimonio - Matrimonio e terapeuti familiari (MFT) hanno una laurea ed esperienza clinica in terapia matrimoniale e familiare.

Psichiatra - Uno psichiatra è un medico (M.D. o D.O.) specializzato in salute mentale. Perché sono medici, gli psichiatri possono prescrivere farmaci.

Cosa aspettarsi in terapia o consulenza

Ogni terapeuta è diverso, ma di solito ci sono alcune somiglianze nel modo in cui la terapia è strutturata. Normalmente, le sessioni durano circa un'ora e si svolgono circa una volta alla settimana. Sebbene per una terapia più intensiva, possono essere programmati più spesso. La terapia viene normalmente condotta nell'ufficio del terapeuta, ma i terapeuti lavorano anche negli ospedali e nelle case di riposo e, in alcuni casi, effettuano visite a domicilio.

Aspettati una buona corrispondenza tra te e il tuo terapeuta. Non accontentarti di una brutta posizione. Potrebbe essere necessario vedere uno o più terapisti finché non ti senti capito e accettato.

La terapia è una partnership. Sia tu che il tuo terapeuta contribuite al processo di guarigione. Non ci si aspetta che tu faccia il lavoro di recupero da solo, ma il tuo terapeuta non può farlo neanche per te. La terapia dovrebbe essere come una collaborazione.

La terapia non sarà sempre piacevole. Potrebbero emergere ricordi, frustrazioni o sentimenti dolorosi. Questa è una parte normale della terapia e il tuo terapeuta ti guiderà attraverso questo processo. Assicurati di comunicare con il tuo terapeuta su come ti senti.

La terapia dovrebbe essere un posto sicuro. Mentre a volte ti sentirai sfidato o dovresti provare sentimenti spiacevoli, dovresti sempre sentirti al sicuro. Se stai iniziando a sentirti sopraffatto o stai temendo le tue sessioni di terapia, parla con il tuo terapeuta.

Le tue prime sedute di terapia

La prima o la seconda sessione di terapia è un momento di connessione reciproca e un tempo per il terapeuta per conoscere te e i tuoi problemi. Il terapeuta può chiedere una storia di salute mentale e fisica.

È anche una buona idea parlare al terapeuta di ciò che speri di ottenere in terapia. Insieme, puoi impostare obiettivi e benchmark che puoi utilizzare per misurare i tuoi progressi lungo il percorso.

Questo è anche un momento importante per te per valutare la tua connessione con il tuo terapeuta. Ti senti come se il tuo terapeuta si preoccupasse della tua situazione, ed è investito nel tuo recupero? Ti senti a tuo agio nel fare domande e condividere informazioni sensibili? Ricorda che i tuoi sentimenti e i tuoi pensieri sono importanti, quindi se ti senti a disagio, non esitare a considerare un altro terapeuta.

Quanto dura la terapia?

Il trattamento di tutti è diverso. Quanto dura la terapia dipende da molti fattori. Potresti avere problemi complicati o un problema relativamente semplice che vuoi affrontare. Alcuni tipi di trattamento sono a breve termine, mentre altri possono durare più a lungo. In pratica, la tua copertura assicurativa potrebbe limitarti.

Tuttavia, discutere la durata della terapia è importante per far apparire il terapeuta all'inizio. Questo ti darà un'idea degli obiettivi su cui lavorare e che cosa vuoi realizzare. Non abbiate paura di rivisitare questo problema in qualsiasi momento man mano che la terapia progredisce, poiché gli obiettivi spesso vengono modificati o modificati durante il trattamento.

Sfruttare al massimo la terapia e il counseling

Per ottenere il massimo dalla terapia, devi applicare ciò che stai imparando nelle tue sessioni alla vita reale. Cinquanta minuti in terapia ogni settimana non ti aggiusteranno; è come usi ciò che hai imparato nel resto del tuo tempo. Ecco alcuni suggerimenti per ottenere il massimo dalle sessioni:

Fai cambiamenti di stile di vita sani. Ci sono molte cose che puoi fare nella tua vita quotidiana per sostenere il tuo umore e migliorare la tua salute emotiva. Raggiungi gli altri per il supporto. Fai molto esercizio e dormi. Mangia bene. Prendi tempo per rilassarti e giocare. L'elenco continua ...

Non aspettarti che il terapeuta ti dica cosa fare. Tu e i tuoi terapeuti siete partner nella vostra guarigione. Il terapeuta può aiutarti a guidarti e formulare suggerimenti per il trattamento, ma solo tu puoi apportare i cambiamenti necessari per andare avanti.

Impegnarsi per il trattamento. Non saltare le sessioni a meno che non sia assolutamente necessario. Se il terapeuta ti dà i compiti tra una sessione e l'altra, assicurati di farlo. Se ti ritrovi a saltare le sessioni o sei riluttante ad andare, chiediti perché. Stai evitando discussioni dolorose? La tua ultima sessione ha toccato un nervo? Parla della tua riluttanza con il tuo terapeuta.

Condividi ciò che senti. Otterrai il massimo dalla terapia se sei aperto e onesto con il terapeuta riguardo ai tuoi sentimenti. Se ti senti imbarazzato o vergognoso, o qualcosa è troppo doloroso per parlare, non aver paura di dire al tuo terapeuta. Lentamente, puoi lavorare insieme per risolvere i problemi.

La terapia funziona?

Dovresti essere in grado di dire in una sessione o due se tu e il tuo terapeuta siete una buona misura. Ma a volte, ti può piacere il tuo terapeuta, ma senti che non stai facendo progressi. È importante valutare i tuoi progressi per assicurarti di ottenere ciò che ti serve dalla terapia.

Una parola di cautela: non esiste una strada liscia e veloce per il recupero. È un processo pieno di colpi di scena, svolte e occasionali passi indietro. A volte, ciò che in origine sembrava un problema diretto si trasforma in un problema più complicato. Sii paziente e non scoraggiarti per le battute d'arresto temporanee. Non è facile rompere schemi vecchi e trincerati.

Ricorda che la crescita è difficile e non sarai una persona nuova durante la notte. Ma dovresti notare cambiamenti positivi nella tua vita. Ad esempio, il tuo umore generale potrebbe migliorare. Potresti sentirti più connesso a parenti e amici. O una crisi che potrebbe averti travolto in passato non ti butta tanto questa volta.

Suggerimenti per valutare i tuoi progressi nella terapia

  1. La tua vita sta cambiando in meglio? Guarda le diverse parti della tua vita: lavoro, casa, vita sociale.
  2. Stai incontrando gli obiettivi che tu e il tuo terapeuta avete stabilito?
  3. La terapia ti sta sfidando? Ti sta allungando oltre la tua zona di comfort?
  4. Ti senti come se stessi iniziando a capire meglio te stesso?
  5. Ti senti più sicuro e potenziato?
  6. Le tue relazioni stanno migliorando?

Il terapeuta dovrebbe lavorare con te, rivalutare i tuoi obiettivi e progredire se necessario. Tuttavia, ricorda che la terapia non è una competizione. Non sei un fallimento se non raggiungi i tuoi obiettivi nel numero di sessioni che avevi inizialmente programmato. Concentrati invece sui progressi generali e su ciò che hai imparato lungo la strada.

Quando interrompere la terapia o il counseling

Quando interrompere la terapia dipende da te e dalla tua situazione individuale. Idealmente, interromperai la terapia quando tu e il tuo terapeuta avete deciso che avete raggiunto i vostri obiettivi. Tuttavia, a un certo punto potreste sentire di aver ottenuto ciò di cui avete bisogno fuori dalla terapia, anche se il terapeuta si sente diversamente.

Lasciare la terapia può essere difficile. Ricorda che la relazione terapeutica è un forte legame e porre fine a questa relazione è una perdita, anche se il trattamento ha avuto successo. Parlane con il tuo terapeuta. Questi sentimenti sono normali. Non è raro che le persone tornino di tanto in tanto da un terapeuta di tanto in tanto al bisogno.

Finché continui a progredire nella terapia, è un'opzione

Alcune persone continuano ad andare in terapia su base continuativa. Va bene, soprattutto se non hai altre persone a cui rivolgersi per il supporto nella tua vita. Idealmente, il terapeuta sarà in grado di aiutarti a sviluppare fonti esterne di supporto, ma non è sempre possibile. Se la terapia incontra un bisogno importante nella tua vita e la spesa non è un problema, continuare indefinitamente è una scelta legittima.

Segni che potrebbe essere necessario cambiare terapisti

  • Non ti senti a tuo agio a parlare di qualcosa.
  • Il tuo terapeuta è sprezzante dei tuoi problemi o preoccupazioni.
  • Il tuo terapeuta sembra avere un'agenda personale.
  • Il tuo terapeuta fa più parlare che ascoltare.
  • Il tuo terapeuta ti dice cosa fare e come vivere la tua vita.

Pagare per terapia e consulenza

Negli Stati Uniti, ad esempio, molte compagnie assicurative offrono una copertura limitata per la psicoterapia, spesso da 6 a 12 sedute. Leggi attentamente il tuo piano per vedere quali benefici hai. Alcuni tipi di professionisti della salute mentale potrebbero non essere coperti. Potrebbe essere necessario un rinvio tramite il medico di base.

Tieni presente che alcuni terapisti non accettano l'assicurazione, ma solo il pagamento direttamente dal paziente. A volte questi terapeuti accetteranno pagamenti su piccola scala, dove pagherai ciò che ti puoi permettere per ogni sessione. Non aver paura di chiedere quali misure possono essere prese se ritieni che il terapeuta potrebbe essere una buona idea per te.

In altri paesi, i requisiti di assicurazione e idoneità variano. Vedi Risorse e riferimenti di seguito per i link su come trovare la terapia nel tuo paese.

Opzioni di terapia e consulenza convenienti

Dai un'occhiata alla tua comunità per agenzie di servizi o organizzazioni che potrebbero offrire psicoterapia a tariffe scontate. I centri per anziani, le agenzie di servizi per la famiglia e le cliniche per la salute mentale sono un buon punto di partenza. Molti offrono opzioni accessibili, comprese le scale di pagamento mobili.

Le agenzie che coinvolgono gli stagisti nella formazione possono anche essere un'opzione per la terapia di qualità. Uno stagista può essere una buona scelta per te se lo stagista è entusiasta, empatico e ha una formazione di supervisione di qualità. Tuttavia, il periodo di tirocinio presso l'agenzia è limitato, quindi quando l'allenamento è finito, devi interrompere la terapia o trovare un altro terapeuta.

Un altro modo possibile per ottenere una terapia economica è provare a barattare con un terapista o una clinica di salute mentale. Alcune cliniche e centri sanitari negli Stati Uniti incoraggiano già i servizi di baratto, scambiando l'assistenza sanitaria per i servizi di carpenteria, idraulica o parrucchiere, ad esempio. Se hai un'abilità utile o sei disposto a fare volontariato per il tuo tempo, potrebbe valere la pena provare a concludere un accordo.

Dove rivolgersi per aiuto

Trovare un terapista negli Stati Uniti

Associazione americana per il matrimonio e la terapia familiare (AAMFT) fornisce informazioni su terapisti di matrimoni e famiglie, nonché una banca dati nazionale di terapeuti qualificati.

American Psychological Association (APA) fornisce un localizzatore di psicologi per trovare uno psicologo nella vostra zona.

American Psychoanalytic Association (APsaA) fornisce un elenco di membri per la ricerca di un analista, per città e stato.

Trovare un terapeuta in altri paesi

Nel Regno Unito, Relate offre relazioni e consulenza familiare; puoi trovare servizi di terapia psicologica nella tua zona.

In Australia, Lifeline's Service Finder (13 11 14) offre un elenco di servizi di salute mentale a basso costo; oppure puoi trovare uno psicologo o trovare un professionista della salute mentale.

In Canada, cerca uno psicologo o cerca un matrimonio o un terapeuta familiare cliccando su "Cerca in Canada".

Lettura consigliata

Psicoterapia - Le condizioni che tratta e cosa aspettarsi. (Clinica Mayo)

Tipi di professionisti della salute mentale - Include risorse pratiche per trovarli. (NAMI)

Fornitori di salute mentale: suggerimenti su come trovarne uno - Include considerazioni sull'assicurazione e cosa aspettarsi durante la terapia. (Clinica Mayo)

Cosa fanno gli psicologi praticanti? - Come sono formati e come possono aiutarti. (Associazione Americana di Psicologia)

Autori: Melinda Smith, M.A., e Jeanne Segal, Ph.D. Ultimo aggiornamento: ottobre 2018.

Loading...